martedì 4 maggio 2010

I'm a genie in a bottle, baby.


A volte penso di essere un piccolo genio nella bottiglia e di poter far tutto.
Di avere le capacità necessarie, di avere polso, di essere dura ma di avere "quore", di avere aspirazioni, passioni forti etc etc...
Poi mi sveglio e capisco in verità di essere il genio della lampada, non sono libero, porto degli strani pantaloni e cerco di esaudire i desideri degli altri....
SI MA IO VOLEVO ESSERE LA CRISTINA AGUILERA NON IL CICCIOBOMBO IN BLU!
Io volevo essere come la Cristina Aguilera che ti dice:
 "piccolo c'è un prezzo da pagare per stare con me.... si sei fichissimo ma IO SONO UN GENIETTO IN BOTTIGLIA! piccolo vien vieni vieni e liberami fammi uscire"
E a me chi mi libbera?
Dai dai dai venite e libberatemi dalla mia bottiglietta fatta di pigrizia e odio per la NABA!
Dai venite a provarmi a libberarmi dalla mia bottiglietta dai lo ggiuro sono un piccolo genio nella bottiglia!
Certo la Cristina qui dava un senso diverso a tutto il discorso, era la fine dei '90s d'altronde... non esistevano gli anelli della purezza e la verginità, alla fine dei '90s si facevano ancora l'esperienze dei giovani, la Cristina voleva solo essere liberata, esplorata, voleva mettersi alla prova ma sempre alle sue condizioni.
Io vi ggiuro che se a me mi libberate io a voi non faccio brutti scherzi come ha fatto lei ve lo ggiuro!
Se a me mi libberate dalla mia pigrizia se qualcuno mi indica la strada io vi giuro di rimanere la stessa ma migliore!
Non mi farò mai le acconciature brutte come ha fatto la Cristina!
Non farò delle canzoni sulle caramelle come la ha fatto la Cristina!
Non userò mai le caramelle per riferimi a qualcosa di sensuale!
Non canterò una canzone che ha come titolo "Dirrrty" scritto con tre erre!
(no questo non ve lo posso promettere perchè come titolo rendeva insomma era la sua rinascita, la sua uscita dal Teen-pop, cosa avrebbe dovuto fare raparsi a zero anche lei?)
Non sposerò un produttore ebreo come ha fatto la Cristina!
Però come dice La Cristina vi chiedo solo di aiutarmi! di liberarmi! di far esplodere questo certissimo genio nella bottiglia.
Poi ovvio se il libro si giudica dalla copertina io a voi non so dire in che bottiglia mi trovo.... sarà il Tavernello? sarà una bottiglia di Cristal? sarà la bottiglietta di vetro della Coca-Cola?
E io che ne so se non mi libberate...




Per maggiori informazioni in caso di ignoranza acuta sul fenomeno ECCO QUI




7 commenti:

  1. devi strofinarmi nel modo giusto.
    ah, i doppi sensi e i giuochi di parole.

    RispondiElimina
  2. è un mega testo!
    la possono cantare grandi e piccini!

    RispondiElimina
  3. Un cavatappi..
    mmm.
    C'è sempre il rischio di tornare nella bottiglia.
    Meglio una mazza da baseball secondo me.
    Al massimo ti fai un pò male, ma sicuramente in quella bottiglia non ci ritorni più..

    RispondiElimina
  4. iffiu uona bi uit mi bebi na na na na na na
    uooooooo o uoooooo ooo uoooo

    aim a jini in a badol beibi
    cam - cam - cam en let mi au

    si no cmq io sto provando a liberarti ma ancora un mese di dieta e ci riesci
    ^_^
    dai amooo scherzooo
    era un commento cosi come fa la ferragni sul blog della veronica che le dice: brava amoree! ha fatto bene a comptrare l'anello COME IL MIO!tvb

    RispondiElimina
  5. HAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAAHAHAHAHHA
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAH
    AHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    bella amo non vedo l'ora di copiarti lo stile e mettermi le gonne fatte dai cinesi di topshop come te!
    e il vestitino di pizzo
    ancora 30 kili e ci scambieranno per sorelle del destino
    (più zeppe oltre i 20cm e via nè)

    RispondiElimina
  6. dimenticavo no scusa devo pubblicizzare il MIO BLOG

    http://crocchettepercena.blogspot.com/

    RispondiElimina