martedì 8 giugno 2010

promemoria 3#

COSA HO IMPARATO DA QUESTO MI AMI?

Nei giorni scorsi come ogni anno da anni (ha ha ha) sono andata al MI AMI che è sta roba
QUA



E' un festival a Milano organizzato da Rockit tutto italianota che se la canta, se la suona, se la vende e se la disegna da solo.
Si va e c'è sempre tanta gente brava, tanta gente sconosciuta brava che suona, tanta gente molto conosciuta brava che suona, ci sono i panini, ci sono le bibbite, ci sono le ragazze con i vestitini a fiore e ci sono i VIP.
I VIP della musica italiana e tu da buona groupie di tutti e nessuno che fai? li riconosci lanci qualche sguardo languido, na carezza, la luce bassa copre i  brufoli, "che ce l'hai na sigaretta" cose così e se sei brava come me ci si finisce a limonare no?
E' un lavoro che insomma o ce lo sai fare o non ce lo sai fare poi io come la musica italiana ho il mio pubblico di nicchia quindi ci si trova bene.
Tutti i MI AMI precedenti li ho passati così tra i banchetti ad importunare i vips, dietro il backstage a farmi importunare dai vips, nella fila per le patatine a scrutare i vips, a parlare con gli amici dei vips per arrivare ai vips lavoraccio insomma e non sempre giunge a buon fine nè.
Ma questo lo faccio ovviamente per la musica italiana io sostengo la mia nazione ci mancherebbe altro.

MA QUANDO IL TUO TIPO RICEVE  PIU' ATTENZIONI DI TE E' LI CHE CAPISCI CHE LA TUA CARRIERA DA GROUPIE E' FINITA.

A questo punto tolti i musicisti mi rimane la musica... e non so se è la stessa cosa.

3 commenti:

  1. Mi piace da matti come scrivi!
    Sara C.
    http://styleyoustylemestylish.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. senza questo blog gli ospedali sarebbero più tristi.
    sentenzio.

    grazie zia.

    RispondiElimina
  3. anche a me piace molto come scrivi. la descrizione del tuo profilo mi ha fatto sorridere :)
    ho sentito sempre tanto parlare del MIAMI deve essere interessante..
    baci

    RispondiElimina