martedì 29 giugno 2010

Taricone. l'unico che era sopravvissuto al GF, l'unico che si meritava di vivere.

Pietro rimarrai sempre il numero uno di tutto il GF italiano tu si che eri il personaggio quello da cui è partito tutto, tu con i tuoi mega muscoli, lampadato, la faccia da mascalzone, la cadenza diggiù e le canotte attillate.
Eri anche un discreto attore, eri quello che ci ha sputato sul GF, non sei più tornato in quegli studi a fare l'elemosina, hai sposato una gnoccona, ti sei raffinato, hai imparato l'itagliano anche se a noi ci piacevi così com'eri rude e omo.



Mi ricordo quando sull'aereo Crotone-Roma ti ho incontrato e mia madre ha bloccato tutta la scaletta per tornare indietro e dirmi "Helè c'è Taricone" "hahahaha non ci credo che è tornata indietro per dirci questo!" 
Saliamo la scaletta guardiamo i primi posti e in mezzo ad altri untissimi tipi tosti c'eri tu e quando a fine volo siamo saliti tutti sulla navetta hai fatto sedere una signora al tuo posto "Prego signò" 
Eroe.
Ti voglio bene Pietro, ora però evitiamo gli speciali su Studio Aperto e Matrix, EVITIAMO DI CHIAMARE IN DIRETTA MARINA LA ROSA E CRISTINA PLEVANI!
SI ERA FATTO UNA VITA AVEVA UNA CARRIERA A NESSUNO INTERESSA RIVEDERE O SENTIRE MARINA LA ROSA AKA LA GATTA MORTA A NESSUNO!

venerdì 25 giugno 2010

Quando arriva, arriva il primo anniversario della morte di Micheal Jackson

Della morte di Maicol Jeicson mi ricordo che era un giovedì dove la pioggia faceva da padrona.
Con una mia amica dovevamo andare al solito pub brianzolo ma arrivate a Monza siamo rimaste bloccate in macchina due ore perchè era impossibile ripartire.
Dopo le imprecazioni NAVIGHIAMO fino a casa altre imprecazioni e poi la notizia alla radio e ci siamo dette:
"aaaaaaaaaa ma allora non è Dio che è sempre bastardo con noi! era un avvertimento! era la profezia che si stava avverando!"
"era il ciuelo che piangiuieva per il suo angiulo perdutooooooooo!"

Pochi giorni dopo siamo partite per Londra per il grandissimo concerto dela reunion dei Blur ad Hyde Park, scusate un minuto per i Blur e Damon Albarn:


Grazie.
Dicevo:
Davanti al teatro dove Maicolone si sarebbe dovuto esibire in mega coreografie scintillanti e librarsi sul pubblico e cantare con la sua voce soave e infantile e bianca ma nera perchè era bianco ma nero, insomma davanti al teatro orde e orde di persone in lacrime e cartelloni di ammmmore e RIP come se piovesse.



Era tutto molto toccante ma secondo me chi è riuscita a descrivere meglio questo dolore, questa perdita mondiale è stata lei:



Laura è stata l'unica a mettere a nudo i suoi sentimenti e il suo dolore.
Imparando dal suo gesto coraggioso anch'io voglio dire a Maicol Gecson quanto mi manca:
Micheal Jackson non sai quanto mi manchi, stasera in tuo onore tiriamo fuori il sega megadrive e con il tuo cappello rotante salveremo tutti i bambini oppressi del mondo!
Riposa in pace li insieme a Tupac, Biggie e il noto razzista Elvis.

giovedì 24 giugno 2010

Hanno ucciso festivalbar ma non i tormentoni dell'estate

Io ho trovato la colonna sonora della mia estate poi del resto non me ne frega più nulla.





Loro sono QUESTI , la canzone è una perla di colori, suoni, vocine lontane e bolle di sapone per non parlare del video eddaje.
Si me ne sono innamorata e starò attenta a non ascoltarla troppe volte per non rovinarla...si sa che la quotidianità uccide l'amore.
Adesso vado anche io a rotolarmi nell'erba và!

giovedì 10 giugno 2010

All you need is FUMETTI

Non vi ho mai parlato di un'altra mia grande passione che è disegnare ma ora che siete più di quattro gatti era giusto levarsi anche questo sassolino dalla scarpa:
IO SONO UNA PESSIMA ILLUSTRATRICE.
Me ne vanto?
no.
Me ne dispiaccio?
no.
Potrei migliorare?
probabile.
Ci camperò mai?
penso di no.
Cià ne posto qualcuno così perderete definitivamente quel poco ammmore che stava entrando nei vostri cuoricini rosa rossi e zuccherosi.
Questi sono a tema musicale, sono io che rifaccio le copertine dei dischi dei ciddì.
Ho un umorismo molto facilotto lo ammetto ma per la serietà c'è sempre tempo, magari più avanti... Che poi la serietà è un valore molto sopravvalutato solo perché siamo in tempo di crisi, sopravvalutato come il lupetto , le scarpe comode della Geox e il silk epil.
Ma questo è un altro discorso.
La mia "tecnica" è molto semplice, fogli bianchi lisci o a caso, pennarello nero e umorismo raffinato accompagnato da, se mi va, dall'aiuto che solo il fidato fotosciop più dare. 
Finito il disegno lo fotografo con la cam del computer perché sono troppo pigra per usare lo scanner  e poi questo metodo fa molto art attack o ready made capito no? C'è robbe intellualisticamente universalmente diverse.
Beh ovviamente devi conoscere le copertine dei ciddì se no non riderai mai, i miei sono fumetti per eletti sia musicalmente che stilisticamente parlando.
Eccerto!


Sonic Youth "Daydream Nation" del 1988

Sex Pistols "God save the queen" 1977

Run DMC  "King of rock" 1985

Kraftwerk "Die roboter" 1978


Velvet Underground "The Velvet Underground & Nico " 1967

Quest'ultimo è il mio preferito perchè a loro gli ci voglio davvero davvero davvero bene quindi siate pure cattivi su tutto ma non sulla mia banana preferita...
"il resto sono solo fatti miei" cit.
Se ne volete vedere altri, se li volete vedere tutti, se volete diventare miei fan CORRETE QUI ORA


martedì 8 giugno 2010

promemoria 3#

COSA HO IMPARATO DA QUESTO MI AMI?

Nei giorni scorsi come ogni anno da anni (ha ha ha) sono andata al MI AMI che è sta roba
QUA



E' un festival a Milano organizzato da Rockit tutto italianota che se la canta, se la suona, se la vende e se la disegna da solo.
Si va e c'è sempre tanta gente brava, tanta gente sconosciuta brava che suona, tanta gente molto conosciuta brava che suona, ci sono i panini, ci sono le bibbite, ci sono le ragazze con i vestitini a fiore e ci sono i VIP.
I VIP della musica italiana e tu da buona groupie di tutti e nessuno che fai? li riconosci lanci qualche sguardo languido, na carezza, la luce bassa copre i  brufoli, "che ce l'hai na sigaretta" cose così e se sei brava come me ci si finisce a limonare no?
E' un lavoro che insomma o ce lo sai fare o non ce lo sai fare poi io come la musica italiana ho il mio pubblico di nicchia quindi ci si trova bene.
Tutti i MI AMI precedenti li ho passati così tra i banchetti ad importunare i vips, dietro il backstage a farmi importunare dai vips, nella fila per le patatine a scrutare i vips, a parlare con gli amici dei vips per arrivare ai vips lavoraccio insomma e non sempre giunge a buon fine nè.
Ma questo lo faccio ovviamente per la musica italiana io sostengo la mia nazione ci mancherebbe altro.

MA QUANDO IL TUO TIPO RICEVE  PIU' ATTENZIONI DI TE E' LI CHE CAPISCI CHE LA TUA CARRIERA DA GROUPIE E' FINITA.

A questo punto tolti i musicisti mi rimane la musica... e non so se è la stessa cosa.

domenica 6 giugno 2010

Promemoria 2#

A 21 anni è il caso di rispondersi a qualche domanda su se stessi...
Che taglia di reggiseno porto?
Santa Sofia Loren da Pozzuoli prega per me!
Sofia tu mi hai donato un dono ma nessuno lo comprende!
Entro da La Perla e la commessa mi fa provare una decina di reggiseni molto belli e molto costosi, per il mondo La Perla io sono una vergine da accudire, da far crescere, da guidare, da riempire di complimenti per poi, solo alla fine, fotterla alla grande.
Rifiuto l'invito.
Mi dirigo da Intimissimi e subito tutto è più triste, la tenda dei camerini è di lino grezzo e i reggiseni sono dei mini cucchiaini ricamati con cacate pazzesche.
No basta sono triste no basta a me donna del sud non è più concesso di essere papabile o grosse e finte che puoi usarle come lettino in piscina o nulla.
Tu donna con il seno grande morbido e non al collo tu non puoi vivere.
Vago disperata per la città con le mie amiche che mi sostengono ma ormai sono sola sul calvario, sola.
Al posto della croce un seno non capito.
Entro dalla vecchia bustaia, entro le chiedo un reggiseno, un rinforzo, un cararmato, un ponte di Calatrava, delle fasciature come Mulan nel cartone della Disney, una puntura di botox, un pugno nei reni, una carezza ormai non so neanche io cosa stavo cercando.
Mi guarda  mi sorride, mi palpa io non capisco e mi ritrovo in un retro bottega adibito a camerino con la puzza di stoffa vecchia e stantia.
Mi fa provare infernali macchinismi, me li sistema, mi sento la Monroe  ma mi sento molto anche mia nonna.
Ah la nonna! la cui figura tonda e morbida aleggia sul mio futuro genetico dall'età di 10 anni.
striscio la carta e compro tutto quello che la bustaia mi fa provare. 
Ricapitolando:
per La Perla sono una 3° coppa D, per Intimissimi sono una 5° coppa B, per la bustaia sono una 90 E. una 95 D.....
CHI SONO IO?