martedì 25 gennaio 2011

Il giorno in cui ho conosciuto Vallanzasca

Lunedì sera sono andata a vedere "Vallanzasca- gli angeli del male" di Michelino Placido.



Era da più di un anno che aspettavo questo film, come mai vi chiederete voi?
Beh è una lunga storia...
Dai che vi interessa quindi non rompete.
Il nono mese di un anno fa la mia amica Francesca mi abbandonò in Italia per cercar fortuna in quel di Londra.
Io, giovane innamorata lasciata sola, mi apprestavo ad uscire con i miei amici masculi per la Milano buia, mica quella delle feste e degli indie.
Il mio amico Gabriele, che fù il mio Virgilio per settimane, mi disse "Stasera ti porto in via Padova"
Via Padova? stai scherzando?
Mio padre ci abitava da scapolo, a cavallo degli anni 70, conosco la storia di via Padova.
Ecco, mi riportò proprio in quella via Padova in un posto chiamato Ligera.
Il Ligera si trova al numero 133 di via Padova, è un locale gestito da due fissati della milano dei polizieschi anni 70, di quella Milano di Thomas Milian, di "Milano odia: la polizia non può sparare" per capirci.
Uno dei due proprietari ha anche scritto un libro dal nome "Volevo essere Vallanzasca", tanto per capirci.
Entriamo, nel locale c'è poca gente, ci sono i proprietari e una piccola tavolata.

"Avete visto chi c'è?"
"No, chi c'è?"
"Vallanzasca."
Il mio amico inizia a sudare e ridere nervosamente come una vergine toccata per la prima volta
"Ma stai scherzando?"
"No no, c'è anche Kim Rossi Stuart"
"KIM CHIIII!, COOOOSA"
Adesso ero io la vergine urlatrice.
"Si, Placido sta girando un film su Vallanzasca e Kim lo interpreterà"

Al tavolo ci sono il boss della Comasina, la moglie Antonella con il pincher in braccio e Kim che chiede se può avere un risotto, un tavolo più in là ci siamo noi.
Ci guardiamo e continuiamo a complimentarci tra di noi, non si sa bene per cosa.
"No ma tu forse non ti rendi conto, c'è Renato Vallanzasca."
"No forse tu non ti rendi conto, c'è Kim Rossi Stuart, Romualdo! il sogno della mia infanzia"
Si, perchè Kim sei un grandissimo attore ma non interessa a nessuno, sarai per sempre il giovane (e un pò tonto) Romualdo di Fantaghirò!
Ma godiamocelo insieme!



Mando un messaggio all'amica a Londra
"Sono al Ligera e c'è Kim Rossi Stuart, ciao."
"Sei una puttana, ciao."
Passiamo la serata a guardarli di striscio e ad immaginarci sparatorie improvvise, il vetro del locale che scoppia, i buchi dei proiettili sui muri, tutto quell'immaginario li insomma...
A tarda serata il gruppo si alza, paga, saluta calorosamente e ci riserva un emozionante:
"Buona serata ragazzi"
"ahaisbdbbfdknsgiguaaaa anche a voi" con annessa bava.
Abbiamo parlato di quella sera più volte e a più persone, tramandando il verbo dell'imminente film sul Bel Renè.
Tutto questo per dire che ovviamente sono di parte, sai quando conosci i protagonisti cosa fai, ne parli male?
No.
Eccomi al cinema sprofondata nella poltrona, pop corn a destra, bottiglia d'acqua a sinistra (niente coca cola non volevo somministrarmi troppi zuccheri per un film del genere)
Bomba, il film è una bomba, il cast è una bomba, il mini cameo dei Calibro 35 è una bomba, i costumi sono una bomba, insomma con un personaggio del genere la storia si racconta da sè.
Forse Vallanzasca ci viene presentato un pò troppo come eroe noir, come il buono della banda, troppo rockstar con una ascesa e una caduta glamour ma il ritmo del film è scorribilissimo.
Il cast secondo me è azzeccatissimo anche se Timi dopo un pò diventa "la macchietta del film" un pò parodistico.
Forse si è scelto di accompagnare la recitazione di Romual...volevo dire di Kim Rossi Stuart sottolineando più i gesti degli altri attori, usando le loro facce, molti infatti, dalla comparsata al personaggio ricorrente, hanno delle facce piene di carattere.
Comunque chissenefrega di quello che penso io del fim, figurarsi, a storia del cinema azzecco una risposta su tre, quindi.
Ma poi cosa voglio recensire che, anche se avesse parlato del palombaro mollato dalla moglie e dal cane, avrei applaudito lo stesso dato che mi farei duramente tutti
Mi farei Kim rossi Stuart, mi farei Filippo Timi, mi farei Francesco Scianna, mi farei anche la Solarino e perchè no, mi farei duramente anche Michele Placido.
Ma i Negramaro no, dajè.


12 commenti:

  1. vallanzasca è il sosia di tricarico..anche la voce..

    RispondiElimina
  2. IO MI FAREI DURAMENTE IL SASSO PARLATE DI FANTAGHIRO'...senza dubbio

    RispondiElimina
  3. ahahahahaahah bellissimo questo post!
    quello che hai descritto sembra anche il locale giusto dove vederci suonare i calibro 35!
    spero tu avessi i pantaloni a zampa quella sera!
    per la cronaca..è piaciuto anche a me il film e anche i calibro mi piacciono! :D

    RispondiElimina
  4. anonimo1: non diciamo puttanate, non mi rovinare l'immagine che ho di Renato per favore, è che io Tricarico proprio lo sopporto poco, mi ricorda quell'altezzoso pettegolo del piccolo principe (non so perchè)

    anonimo2: HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHSTOMALEEE

    sophie: infatti ci hanno suonato spesso al Ligera, apparte che Gabrielli è sempre ingiro ovunque ti giri.
    sisi i calibro sono proprio dei bravi bagai

    RispondiElimina
  5. dio comasino
    http://phonk.it/negramaro

    RispondiElimina
  6. DIO STO MALEEEEEEE
    MA CHE FOTO è
    PUCCI STO MALISSIMO
    APPARTE GIULIANO
    QUELLO SULLA DESTRAAAA
    STO MALEEEEEE!

    RispondiElimina
  7. visto stasera, anche io voglio limonare con tutti, ma soprattutto Kim
    (certo che però, che brutte unghie ha Timi?? brrr..)

    RispondiElimina
  8. (ci tengo a dirti che dodici ore dopo sto ancora pensando a Kim in mutande, dimmi che lo fai anche tu e smetterò di sentirmi una poverella)

    RispondiElimina
  9. SI, ASSOLUTAMENTE SI.
    siamo arrivate a livelli di altissimo patetismo

    RispondiElimina
  10. Comunque Filippo Timi è talmente figo che me lo limonerei anche io, nonostante una volta sia andato a teatro ad un suo spettacolo e a fine serata è andato a cena con la ragazza che mi ero portato appresso e che mi volevo fare io.
    ( Questa sì che è una storia triste ed eroica, altro che Vallanzasca! )
    Kim Rossi Stuart...ma perchè a me sembra sempre perennemente trististissimo quest'uomo, nonostante non credo abbia mai avuto grandi tragedie nella vita? Ogni volta che lo vedo sullo schermo vorrei andare da lui, abbracciarlo, e fargli "Su su vedrai che passerà anche questo giorno" fino a quando non si addormenta come un bambino piagnone :D

    RispondiElimina
  11. Si vabbè ascolta, tu hai vinto.
    Ma poi per osmosi ti sei fatto la ragazza? facendoti anche lui?
    Se ti risuccede posso venire?
    Io sarei fierissimo se la mia ragazza si facesse Timi.
    Si Kim è sempre un pò sciupato e triste, anche quando l'ho visto volevo andare li e dirgli "senti il risotto non c'è t portiamo da un paninaro?"
    Si comunque lo abbraccerei anche io....
    :D

    RispondiElimina