domenica 5 giugno 2011

Ogni volta che a Kelly Roland viene prodotta una canzone, un dj muore.

Io ti capisco cara Kelly Roland.
Sei la cugina di Beyoncè, sei entrata nella formazione delle Destiny's Child solo perchè serviva una che coprisse lo strato di adipe adolescenziale della nostra star preferita, per poterle permettere di sbocciare con calma.
Perchè, mentre lei andava a scuola in salopette e studiava canto lirico, tu scendevi i gradini in calzoncini e saltavi la corda tutto il dannato pomeriggio.
Siete diventate il gruppo femminile più famoso al mondo, avete portato il GIRL POWER a livelli inimmaginabbili, certo Beyoncè reggeva in piedi l'esibizioni da sola, ma anche tu non eri male, infondo hai delle belle gambe slanciate.
Ma un po' ti capisco, cara Kelly Roland, anche io ho sempre avuto cugine fighissime, le mie rivincite personali me le sto prendendo solo negli ultimi anni, quando ho scoperto la crema perfetta per i miei ricci, i trucchi Chanel e i reggiseni giusti.
Immagina una famiglia del sud italia dove sono tutte bionde, sul metro e settanta e con l'abbornzatura dorata, dove l'unica altra morettona quando scendeva giù al mare indossava il mini abito di jeans della Fornarina e faceva impazzire tutti i ragazzi del paese.
Le mie cugine insieme erano note come le più belle della località marina.
Le mie cugine erano quelle belle per davvero, erano quelle a cui si dedicavano le canzoni strappamutande degli 883, per dire.
Le mie cugine, ogni anno sfilavano per la festa di paese.
E tu ridi vero? perchè era la festa di paese e non la settimana della moda milanese, ma hai mai vissuto in un piccolo paese?
Hai presente quanti punti possano portare questi eventi alla famiglia, al cognome e all'onore di questa?
Quando l'estate era agli sgoccioli e le mie cugine e i miei cugini lasciavano il paese, orde di cuori infranti piangevano nelle camerette di bianco dipinte della casa in affito al mare.
Io sono cresciuta dovendomi confrontare con questi personaggi ed io, che abito al nord e non sono neanche una purosangue calabra, ero/sono fisicamente la più terrona-zingara della famiglia.
E non è bello.
Le mie cugine crescevano e diventavano ogni anno più belle e io sognavo la loro vita.
Poi si sono sposate e la stirpe di fighezza e classe doveva continuare con me e mia cugina Angela, anche se la nonna sapeva che non sarebbe mai stata la stessa cosa.
I tempi cambiano, le mode pure, io e Angela non eravamo pronte ad una tale responsabilità, ma ci abbiamo provato lo stesso.
Così mentre lei si limonava mezzo paese, si fidanzava, si faceva offrire thè freddo e brioches, io facevo avanti indietro in strada, sorridevo a forza e portavo i pantaloni dell'Adidas.
Perchè ero una rapper io.
Indossavo gli scaldamuscoli sulle braccia di sera perchè ero diversa da loro, o più semplicemente, mi vestivo molto male.
I primi limoni dati con noia, ma soprattutto con enorme schifo, a quei sedicenni ancora deformi, con piedi e mani troppo grandi rispetto al resto del corpo, che mia cugina trovava per me e mi faceva andar bene:

"Dai Ele questo è carino"
"Ma scusa è l'unico non ABBRONZATO del mare!"
"Eee, ma è un tipo...così"
"No Angela non è un tipo -così-"

Solo più avanti mi feci furba e decisi di puntare sul fatto che, se il ragazzo di mia cugina voleva star solo con lei prima doveva sistemare me e, questa volta, ALLE MIE CONDIZIONI.
La tattica di puntare sul giovane ragazzo di mia cugina, soggetto ai primi pruriti sessuali e pieno di false speranze per il futuro, funzionò alla perfezione per qualche estate.
Gli ormoni del suo ragazzo + il mio rinnovato gusto nel vestire + l'avere più tette che anima crearono quel mix perfetto che trasfromò le mie estati calabresi in famiglia in qualcosa di molto più divertente.
Cazzo, che bei momenti.
Anno dopo anno, ho lasciato che mia cugina continuasse a vivere da bellona della spiaggia mentre io provavo a costruire il mio grande ritorno sulle scene del sud italia.

Vedi Kelly anche io ero la cugina ingombrante della bella ragazza di paese, ma cosa ho fatto?
Mi sono messa a studiare! Ho migliorato la mia dialettica e la mia abbronzatura, non vado nelle spiagge dei troppo belli per non sfigurare, ma soprattutto nessuno vuole essere Kelly Roland, quindi mi sono trasformata in Beyoncè.
Potevi farlo anche tu, invece no.
Ogni estate scomodi qualche Dj europeo e ti fai produrre la canzone più brutta della stagione.
Per quanto ancora ci toccherà pagare le tue insicurezze?
Perchè ci odi tanto?






Ed infine, quanto eri migliore quando cantavi con Nelly?
Quando tornerai a fare queste cose qui?
Questo è il vero Dilemma.

4 commenti:

  1. Ti leggo per la prima volta ma, ecco, sento di amarti.

    RispondiElimina
  2. no zya, io seguo te, quindi:

    STO MALE NON INVERTIRE IL CORSO DELLE COSE!

    :D grazie!

    RispondiElimina
  3. Le cugine fighe sono un trauma comune. Per fortuna Dio mi ha voluto vendicare e quella più fortunata lavora per otto ore al giorno al banco del pesce surgelato. Non ti dico le altre.

    RispondiElimina
  4. HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!
    Le mie hanno partorito bambine e bambini bellissimi, bambine che a 6 anni hanno già addominalii scolpiti e somiglianze con la Jolie.
    Voglio morire.

    RispondiElimina