sabato 24 dicembre 2011

Natale con i tuoi, ma io volevo i buoi

Amici,
scusatemi se mi faccio sentire in maniera così sporadica, ma è un periodo stressante: insomma essere sempre informatissima su cosa fa Kim Kardashian per poterne parlare su Grazia.it e studiare la grammatica italiana per evitare di essere licenziata dopo il secondo mese, fare tutte queste cose mi prende un sacco di tempo!
Poi lavorare come onesta, ed elegantissima, tesseraia Arci al Tambourine di Seregno: ebbene sì sono uno dei volti noti dell'Arci milanese.
Immaginatemi fuori dal Tambourine, richiusa in una baita con la mia stufetta, lì dietro un vetro a chiedere alla gente "Ciao zya ci hai la tessera? Se non ce l'hai la devi fare, non si scampa."
Non è facile, la gente cerca sempre di rubarti i soldi o di volere lo sconto comitiva: no. ragazzi no, smettetela.
Per non parlare del fatto che quando escono ti senti dire robe come "Ancora qui stai?"
Si cretino, ancora qui sto.

Ma fare la tesseraia Arci è un po' come andare a lezione di recitazione, innanzitutto devo far credere che so tutto dell'Arci e dei concerti e delle prevendite e, già che ci sono, che so far ei cocktail.
Poi dalla mia postazione faccio cose molto divertenti tipo limarmi le unghie, rifarmi il trucco, una volta mi sono messa anche lo smalto. Mi sento molto carina, ma soprattutto credibile, dietro quel vetro.
E voi pensate che lavorando per l'Arci, quindi per un'associazione comunista-russa-marxista, io possa perdere la mia grande classe? Direi di no.
Stare dietro il vetro mi ha portato a studiare il mio make up e il mio vestiario per AMMALIARE la clientela.
Eccomi in due versioni impellicciate:

"Ragazzi fuori la tessera o vi sgrido"
Sopra nella prima versione con pelliccia di boh bianca, notate la classe.
Sotto una versione in pelliccia fake total black: notate come,dopo un paio di serate, ho capito come posare in favore della luce al neon.
L'annunciazione a lavoro
Quello che tengo in mano è il mio amico coniglio luminoso, che mi istiga profonda empatia.
L'avevano nascosto in un cassetto ma io ho deciso di tirarlo fuori perchè è troppo tenero e addolcisce la gente comunista che arriva.
Se qualcuno mi tratta in maniera sgarbata io guardo il coniglietto e lui mi sorride, mi scalda il cuore questo maledetto aggeggio.

A volte i clienti non apprezzano la mia classe e il mio senso dello stile, francamente non capisco perchè: mi sembra di portare un contributo sostanziale alla loro vita, boh.
So cosa state pensando: lavori per rimorchiare vero?
Amiche, silenziose giudici della mia vita, vi pare?
Ovviamente ho ricevuto moltissimi complimenti (specialmente quando do il resto giusto) ma una volta che vedono la mia brutta calligrafia sulle loro tessere, sperano solo di dimenticarmi.
Senza contare che continuo a chiedere la tessera solo ai musicisti o a quelli che vanno in sala prove
"Tessera?"
"s-sì....ma sono quello che suona stasera"
"Ah. Passa pure, vado ad impiccarmi."
            ...
"Ciao ragazzi tessera?"
"Ce l'hai controllata 30 secondi fa"
"Ah. Vabbè allora la smettete di passare?"
"Stiamo scaricando gli strumenti..."
"Ah. Bè vi serve 'na mano?"

In tutto questo, una ragazza come può trovare l'amore? Se faccio troppo la carina c'è sempre qualche fidanzata incazzata (giustamente) che mi guarda male.
Come glielo spieghi che la faccia da culo è per lavoro?
Non è che siamo tutte avide arpie in cerca della preda, io sono in cerca solo del mio stipendio.
Comunque non dispiacetevi per me, io mi diverto un sacco dalla mia postazione: parlare con la gente è come fare l'università seria che non ho mai fatto (state notando come non ho fatto alcun cenno alla tesi che devo consegnare tra meno di un mese e che ho appena iniziato? pazzesco).
Le persone sono tutte belle e divertenti: vedo coppie improbabili, ragazze che piangono, 35enni che si vergognano di scrivere l'anno di nascita, giovani di ritorno dall'estero che non si ricordano più la via della casa dove sono cresciuti e quelli che perdono la tessera ogni tre giorni.

E ora è Natale e spero che il Babbo mi porti i cinesi per cucire la mini collezione e dei registi di video che vogliano collaborare con me per la tesi.
Dai vi va? Dai mi aiutate?
Per ora Buon Natale bastardi e godetevi la mia colonna sonora di queste feste

Smokin' Christmas, così, per dire.

4 commenti:

  1. Allora ti ho visto! Ti ho fissato per un bel po', non ero sicura fossi tu e non ho osato dirti nulla. Begli orecchini! Miii, una volta che vedo una delle mie blogger preferite, non ti ho detto niente, che stordita che sono!

    RispondiElimina
  2. MA NOOOOOO!
    potevi regalarmi un bellissimo momento per il mio ego!
    ma soprattutto pe ri miei orecchini!
    ma la prossima volta fallo! DAJE!
    :D

    RispondiElimina