martedì 31 maggio 2011

Pisapia ha vinto perchè ha seguito le sfilate P/E 2011

Avete visto che l'arancione ce l'ha fatta?
Sisì, l'arancione di Pisapia, ma anche il colore dell'estate.
Come avevano preannunciato le sfilate settembrine, l'arancione era stato nominato colore dell'estate 2011 e vuoi che lo staff Pisapia non lo sapesse?
Vuoi che Nichi Vendola con il suo orecchino preveggente non lo sapesse?
D'altronde anche Red Ronnie, parla parla, ma quello scalpo rossiccio e sbarazzino da che parte poteva stare?
Red non ci mentire!
E' colpa di Pisapia si, ma anche di quella moda milanese che ripropone i colori accesi che stanno male più o meno a tutte, o come dicevo a settembre, stanno bene solo alle brasiliane a cui vola un nostro affettuoso vaffanculo.
Da Prada alla sinistra, l'arancione è il nuovo rosso per gli intellettuali.
Però cazzo se sbatte.

(clicca per ingrandire)

Per altri fumetti clicca QUI

Quindi, la prossima volta che ignorerete i consigli di moda, pensate a cosa state perdendo, pensate a cosa non potreste diventare, pensate a quello che è stato L'Effetto Pisapia.


E ora, riaprici La Casa 139, DAI DAI DAI!

venerdì 27 maggio 2011

Jennifer Lopez torna a rotolarsi sulla spiaggia e lo fa ancora da Dio

Quanto vi sono mancata?
Carissimi lettori scusatemi, sono stati giorni difficili?
Cosa facevi studiavi, troppo?
No, non andava internet.
Mi sono sentita divorare dall'anonimato, piano piano, stavo tornando ad essere nessuno, senza poter esporre i miei concetti intelligenti ed importanti!
E' stato bruttissimo, ma la cosa più brutta è stato non poter andare su youtube ogni 5 minuti e vedere a ripetizione il nuovo video di Jennifer Lopez.
Sei seria, vuoi parlare del video nuovo di Jennifer?
Cazzo, si.
Perchè bisogna ammetterlo con questo video Jennifer decide di far guerra alle altre.
Sono di parte, certo, amo Jennifer Lopez.
Quando ero alle medie credevo di essere lei e questa fantasia ha rovinato la mia vita reale, e va bene, ma non ho avuto problemi ad ammettere, davanti a tutta Italia, quanto schifassi quel disastro mediatico nato dall'accoppiata Lambada-Pitbull.
Orrore.
Jenny doveva riprendersi, e la svolta c'è stata quando è stata incoronata da People come "La donna più bella del mondo 2011".
Jenny sì, a 41 anni ci mangi ancora in testa, hai partorito due buoi portoricani e sei tornata più bella di prima.
Jennifer doveva riprendersi la sua rivincita, non è ancora finita Jenny, non è ancora finita!
Ed eccola DIVINA nel suo ultimo video, no stomale.



E' un chiaro manifesto powerful, J torna alla ribalta con una hit dai ritmi ballabili sì, ma senza il tunz tunz tunz che tanto va di moda.
Ma parliamo del video.
Girato in Mexico vediamo (finalmente) una Jennifer che torna Jennifer, ci sono tutti gli elementi tipici dei suoi vecchi e gloriosi video.
Certo ci sono il doppio dei cambi d'abito, c'è la pubblicità agli occhiali aviator di Gucci, c'è sempre un intermezzo beat africa-america latina, ma stiamo risalendo.
E' la J di "My love don't cost a thing" con il chiaro riferimento alla scena della spiaggia.
Sì, sono sempre io, prima ero giovane e mi dimenavo sulla spiaggia indossando culotte dorate e una semplice canotta bianca, lamentandomi del mio uomo che non ha mai tempo per me.


Adesso mi dimeno sempre sulla spiaggia, ma ciccia, indosso una canotta di diamanti scintillanti e questa volta parlo del mio uomo che mi ha completamente stregata.


Capisci? non solo sono più ricca, ma sono anche innamorata!

Sono passati dieci anni da quel video e lei è ancora divina su quella spiaggia.
Quante non ne saranno in grado, quante?
Per tutto il video la vediamo ingioellata e felice, bellissima nel Lanvin grigio pitonato.
No, ragazze, mi rendo conto di avere un problema, ma io il macho nel video non lo guardo mai e non me ne frega niente.
Ci poteva essere anche Gargamella ad accarezzarla che non lo avrei mai notato, perchè Jennifer risplende come una fottuta dea.
Non solo torna la vecchia J, ma sfida anche le sue colleghe.
Vi ricordate i balletti sugli sfondi digitali che intervallavano i suoi video?
Bene, questa volta non c'è nessun passo hip hop, ma un ballo tutto ventre e gambe su un beat tribale che non ci piace, è vero.

Ma cosa ci ricorda? Chi è questa volta J?


Ebbene sì, la memoria corre ad un altro capolavoro musicale dei primi anni zero, "Baby boy" di Beyoncè con l'eccelsa collaborazione di Sean Paul.
A fine canzone Beyoncè ballava per terra, alzando un gran polverone, su un ritmo arabo.
E' sfida?
Mi devo aspettare una risposta da B?
Ma non eravate amiche, come si intuisce dalla vecchia pubblicità della Pepsi?


E quanto sarebbe bello se fosse vero?
Ed infine, cantante, attrice, modella, mangiatrice di uomini, moglie, ristoratrice, stilista, madre di gemelli, giudice di American Idol... Jennifer c'è altro che vuoi fare?


"So, i'm gonna do a little number from my new cd..."
"NO, CLASSIC J.LO!"
Karen ha centrato il punto in pieno.

lunedì 9 maggio 2011

Scarlett sei in ritardo, io uscivo con Sean Penn già nel 2007.

Cara Scarlett ho saputo che hai una relazione con Sean Penn e vorrei commentare insieme a te questa notizia, ma dato che non rispondi alla mie mail la commenterò da sola.



Cara Scarlett ti ho sempre ammirato molto, fin dai tempi di "L'uomo che sussurrava ai cavalli" sei stata molto furba a scegliere una parte così importante in piena adolescenza.
Per carità, secondo me eri già carina, ma di certo non ai livelli posteri del film.
Sei stata furba perchè,già talentuosa, ma non troppo carina, la tua recitazione è stata magnificamente cancellata dalla visione di Robert Redford un uomo che, nonostante i suoi 110 anni, appare ancora magnificamente biondo e aitante.
Se fosse stato un attore italiano avrebbe recitato nel famosissimo e biondissimo "Don Matteo" che da dieci stagioni ci tiene incollati al divano mentre aiuta la polizia, un pò quaquaraquà, italiana a risolvere casi di violenti omicidi.


Pensate se ci fossero ben due Don Matteo che operano per Dio, gemelli separati alla nascita destinati a regalare la pace al mondo!
Bellissimo.
Ora non contento Don Matteo si è trasformato in una fiction ambientata tipo in Trentino, dove Don Matteo è una guardia forestale, ma non è lo stesso Don Matteo.
Capito?
(Sì,la trascrizione non è precisa in quanto non mi documenterai MAI sui nuovi episodi di Don Matteo, siate realisti.)

Cara Scarlett, come dicevo, ti ammiro da sempre, penso che sei una delle donne più belle del mondo, questa cosa è indiscutibile.


Se, vabbè, ciao.
Non ho mai sentito una tua canzone, ma questa cosa che anche Dave Sitek (dei Tv on the radio) insomma, ti producesse il disco, mi ti ha fatto invidiare ancora di più.
Bellissima, bionda, con un seno perfetto, la boccuccia a cuore, le curve al posto giustissimo, divertente e poi... ti vai a sposare.
Perchè?
Lo hai fatto perchè ti preoccupavi per noi ragazze? è perchè i nostri ragazzi, passati e futuri, ti sbavano troppo addosso?
Perchè non potevamo competere contro le tue campagne pubblicitarie per Dolce&Gabbana?


Sei stata molto gentile, davvero, ma continueranno a farlo quindi torna a pensare a te stessa.
E così hai fatto.
Hai mollato Ryan Reynolds e quello, lo stronzo, è diventato uno degli uomini più sexy del mondo.
Ma per favore, lo deve solo a te.
Si sa che le donne migliorano gli uomini.
Prima di incontrarti non si sanno manco allacciare le scarpe o peggio COMPRANO QUELLE CON IL VELCRO, dopo sono persone fatte, non dico perfette, ma che almeno sanno distinguere una canottiera della saluta da una T-shirt.
Ragazze, non sottovalutiamo la questione, a quanto pare per loro non è così facile.
Anche Magalli, in un universo parallello dove vi frequentate, sarebbe risultato sexyssimo.
Con tutto il rispetto che ho per Magalli, s'intende.


Ora vengo a sapere che esci con Sean Penn di 24 anni più grande di te.


Tutte, almeno una volta, abbiamo pensato di uscire con Sean Penn (sempre in quell'universo parallelo di prima).
Inanzitutto perché èstato sposato con Madonna,dal 1985 al 1989, quando divorziarono perché, a quanto pare, il nostro è un pò violento e possessivo, e si sa che a Madonna non la si doma.


Sean Penn piace anche per questo temperamento focoso e per la faccia.
Ci ha la faccia da macellaio, il vecchio macellaio di quartiere, quello che ci prova con la zia un pò scollata e un pò troia, quello con il naso pendulo che mastica la cicca mentre ti squadra dall'alto al basso con quegli occhietti piccoli e infimi.
E guarda, mi voglio rovinare, secondo me è anche lucano.
L'ho detto.


Tutte abbiamo pensato di uscire con il macellaio di quartire Sean Penn proprio per questo un paio di anni fa stavo con il suo sosia, non sto scherzando.
Aveva lo stesso naso, solo era più giovane e meno fascinoso.
Certo non aveva ancora picchiato nessuno e non aveva di certo vinto un Oscar.
Carino, educato, forse un pò noioso, ma già al tempo ero una party girl come la Lohan così decisi di uscire con lui, calmo e accomodante, per potermi calmare a mia volta.
No, non sono una stratega.
Semplicemente mi piace migliorare, ma poi va tutto a puttane e io a puttana.
Calmo, accomodante, ma soprattutto lontano, abitava a Torino.
Mi sa che a sua madre non stavo molto simpatica perchè a tavola metteva i grissini al posto del pane e questo gesto, per me, è mancanza di educazione.
Lui era davvero un bravo ragazzo però gli piacevano due cose che sommate insieme lo rendevano una creatura surreale: le T-shirt di Armani & il metal.
Armani fa dei bei vestiti da sera, ma non di certo delle belle T-shirt.
Il metal fa della musica molto difficile e bella, ma non di certo per me.
E poi, passi che vuoi fare quello che sperimenta musicalmente, va bene, mi piace anzi ti supporto, ma cristo santo in macchina i Pantera tutto il tempo NO.

Ci ho provato Scarlett, non si dica che non mi impegno nei rapporti eh, per carità... è che proprio no.
No, comunque un bravissimo ragazzo.
Il punto è che cercavo il mio Sean Penn nella persona sbagliata cara, Scarlett, può succedere non siamo dei maghi.
Ovviamente finì malissimo, ci mollammo non mi ricordo neanche bene come, ed io inizia ad uscire con quelli come Sean Penn.
No, non gli attori, intendevo quelli dell'età di Sean Penn.


mercoledì 4 maggio 2011

Met Gala 2011, quando una ragazza può imparare molto da un red carpet


L'altro ieri, al Metropolitan di Niu Iorch, si è tenuto l'annuale Costume Institute Gala Benefit in onore di un certo stilista morto, si dice un inglesotto, uno poco fissato cone le piume, un certo Alexander McQueen.
McQueen a cui è stata dedicata una mostra Alexander McQueen: Savage Beauty
A è famosissimo?
Ma è famoso ora perchè è morto?
Un pò come Picasso?
A no?
Era famoso anche prima?
Certo che si, sto scherzando, tutte le vere fashion blogger sognano di indossare un McQueen ma la maggior parte di loro ha la BELLIZZIMA E MOLTO ORIGINALE sciarpa con i teschi.
Chiara Ferragni docet fin dai tempi del sancarlinismo di provincia e del P Gold:


Solo le più fortunate, come la mia amica Marta, si possono permettere di parlare di McQueen come riferimento stradale:

"Marta sto andando ad un aperitivo e devo parcheggiare in centro"
"Allora, tu arrivi da Pt. Venezia vai dritto poi gira a destra...si dopo Dolce&Gabbana, giri e vai dritto e ti ritrovi sulla destra il negozio di McQueen"
"Marta, ma come cavolo ci arrivo al negozio di McQueen in macchina?"
"Elena il negozio di McQueen! devi avere la prima vetrina sulla destra! quella che fa angolo!"
"Sì, grazie Marta, grazie."

Detto questo non stiamo a spiegare chi è McQueen perchè sarebbe davvero da ignoranti, poi se volete vi andate a cercare i post delle vere fashion blogger che piangono davanti alle sue sfilate.
Fossi stata io sarei resuscitata per regalare un ultima perla di stile che la gente, poco educata, ancora non ha capito:
CHE SIA UN FUNERALE, UN MATRIMONIO O UN COMPLEANNO, LA FESTA è MIA, LA PROTAGONISTA SONO IO E NESSUNO DEVE RISULTARE MIGLIORE DI ME.
Andiamo a commentare una manciata di outfit divertenti prima di parlare di una tragedia avvenuta sul tappeto rosso, tragedia su cui ogni donna dovrebbe riflettere.
Iniziamo:

NON SI DOVEVA SPOSARE NESSUNO


-Naomi Gamb'bell in McQueen, uccide un cigno per fare delle tende, non capisco
-Fergie in Marchesa, il matrimonio reale c'è già stato
-Julianna Margulies in Narciso Rodriguez, scialbo

SORELLE SI, SORELLE NO


Le fantastiche Olsen, le reginette della mia adolescenza
-Ashley in Dior couture, Mary Kate in un Givenchy vintage
A sempre molto angelica e composta, ma MK rimane sempre la regina incontrastata dei look, è l'unica che non vuole mai essere sexy e per questo ci piace.


-Le sorelle Fanning in Valentino, hanno vinto su tutte.
Queste sono le giovani fanciulle che vogliamo.
Fresche, innocenti, eleganti, rinascimentali e senza paiettes.

INSEGNIAMO AGLI STRANIERI A VESTIRSI


-Freida Pinto (di cui ho dovuto cercare il nome su Google) in un oribbile Chanel
Cos'è?
No, non voglio veramente saperlo.
Sarai anche indiana ma ora vivi nel mondo reale, baby.
Questo è l'occidente.

SONO INCINTA E GIUSTAMENTE INDOSSO LAME'


-Jessica Alba in Ralph Lauren, nessuno indossa un Ralph Lauren di sera, nessuno.
-Kate Hudson in Stella McCartney, ci mancava la conchiglia in testa.
Va bene essere fiere del pancione, però il lamè spara fuori, questo è abuso di minore.
Conoscete il detto "un elefante in una cristalleria"?
Ecco, esattamente così.

IO SONO UNA SIRENA, TU UNA COZZA


FINALMENTE LA RESA DEI CONTI
-Beyoncè in uno stupendo Emilio Pucci con a fianco un accessorio importantissimo cioè il marito Jay Z.
E tu, carisssima Cristina Ricci che cos'hai?
Nulla.
L'abito teatrale-goth di Zac Posen rovinato dalla sua padrona, un' inutile e deforme Cristina Ricci che da anni ingrigisce i red carpet.
Beccati questo confronto, beccati la forma fisica perfetta di Beyoncè che, anche se fa molta fatica a camminare con quella gonna stretta, è da urlo.
Incassa e porta a casa, incassa e porta a casa.

QUEL TRENTINO ALTO ADIGE CHE NON PASSA MAI DI MODA


-Kristen Dunst in uno scherzo di Chanel Couture, spero.

BARBIE RAPERONZOLO GONE BAD


-Rihanna in Stella McCartney
Ma quanto è massiccia Rihanna, quanto!
Dite quello che volte, ma a me piace eccome.
L'abito aderente in pizzo sembra urlare -sono giovane, sono una bomba, sono stata menata a sangue una volta-non ci casco più-ora il sangue lo porto io, nei capelli-
Un abito del genere può essere perfetto solo per Rihanna, la treccia esagerata rosso Jessica Rabbit può portarla solo lei, ed è giusto così.

RIVALUTARE UNA CARRIERA CON UN SOLO ABITO


-Kristen Stewart in Proenza Schouler
E' un avvenimento, mi piace qualcosa che indossa Kristen Stewart, momenti di panico.
Sì, perchè è impossibile trovare simpatica questa giovane attrice, con sto viso modesto, con la bocca contratta che mugugna -no non sono una star mondiale che ha recitato in una saga da 15enni-no non sono così frivola sono una punkettona timida-
Con questo abito segna la svolta, ha capito finalmente che non c'è bisogno di essere qualcun'altro.
Se lo stile bambolina in tulle non fa per te, non lo portare goffamente che ci dai fastidio agli occhi.
Proenza Schouler si può definire un brand underground, non perchè non conosciuto, ma per uno stile intelettuale, bucolico ma mai dimesso.
Sulla figura sottile dell'amica dei vampiri, il rosso e le geometrie sono perfette.

E ora passiamo alla parte formativa di questo post.
Perchè una ragazza non solo deve imparare a vestirsi bene assecondando i propri pregi, non solo, devi anche imparare a stare al tuo posto.
Mettiamo che tu sia una delle protagoniste di Glee, sei giovane e cavalchi l'onda del successo.
Mettiamo che le protagonista siano due e che siano state vestite da due stilisti diversi.


Mettiamo che le protagoniste siano Lea Michele in Escada e Dianna Agron in Micheal Kors.
Lasciamo stare il fatto che nessuno dovrebbe indossare Escada di sera, lasciamo stare.
Ora, se siamo amiche e andiamo alla stessa festa, ci telefoniamo o ci twittiamo per chiederci "che cosa indossi stasera?" ed è chiaro che se una indossa il rosso io non lo indosso.
Decidiamo, non so perchè, di indossare tutte e due il rosso non mettendo in conto due cosette:
-Il tappeto è rosso e gli abiti non risaltano, è una regola fondamentale che si impara fin dall'infanzia dannazione
-ovviamente nascono i confronti tra i due abiti e le due figure e io mi chiedo perchè creare confronti tra amiche quando si ha la possibilità di un grande armadio e di personalità distinte?

Mettiamo che passiamo indenne a questi particolari proprio perchè siamo amiche, siamo giovani, cavalchiamo l'onda del successo e l'autostima ci sta salendo su a mille...
fino a quando:



BAM!
-Ciao sono Gisele Bundchen, sono la modella più pagata al mondo, il mio fisico segue una sola dieta che si chiama -sono nata perfetta e mi piace mangiare- ho rubato mio marito ad una attrice ormai in caduta libera-ho appena partorito-come non si vede?-
BAM, BAM, BAM
Anche delle ragazze carine, fresche e famose come quelle Glee potrebbero non riprendersi più da una batosta del genere.
Perchè quando Gisele Bundchen, con il suo vestito rosso firmato Alexander McQueen, si staglia sulla tua strada, non c'è niente da fare, sei finita.
GAME OVER.
Ci sono giorni in cui bisogna essere modesti, ma soprattutto, molto informati su chi come e cosa.
Credersi cool fa bene all'autostima, ma bisogna avere coscienza di come si esce di casa e soprattutto di chi si può incontrare.
Già è brutto sfidare un'amica, poi se ci si mette anche il karma, sei fottuta ragazzina.

martedì 3 maggio 2011

Se il tuo gruppo è in erasmus, tu fattela con gli altri

Siamo a Maggio, ce l'abbiamo fatta.
Pazzesco, mi sembra ieri quando questo inverno....no in verità non ricordo molto di questo inverno scusatemi.
So che è stato bellissimo, ma non ricordo molto.
Cara Casa 139, mi manchi tantissimo.

E adesso è quasi estate, i finistrini della Panda vengono abbassati, le canzoni pompate dallo stereo, tiro "UOOOOO!" micidiali in un inglese caraibico cantando Rihanna, lancio sguardi languidi agli altri conducenti mentre intono le canzoni delle Best Coast e in tutto questo c'è sempre il mio fidato venditore di rose che, non solo mi applaude, ma ora mi chiama anche "amore"
"Rosa rossa amore per il mio amore"
E li mi sento come una diva, come Barbra quando esce sul palcoscenico e raccoglie una rosa rossa dal palco e l'annusa.
Eeeh, so'soddisfazioni.
Approposito di soddisfazioni:

A J Mascis-amore del mio cuore- è piaciuto così tanto il mio live report del concerto al Bloom (che trovate su VITAMINIC) che mi ha chiamato e mi ha detto:

"Elena?"
"si chi è?"
"sono Joseph"
"Joseph chi?"
"J Mascis, scusa"
"OH MIO DIO"
"no Elena, sono io che dico -OH MIO DIO- mentre parlo con te, il tuo live report mi ha talmente ispirato che ti voglio rivedere, ti devo rivedere, così ho deciso di tornare con i DINOSAUR JR a luglio"
"Noooo davero davero?"
"si, davero davero. e mi sono detto dove posso incontrare più facilmente Elena Mariani, la mia beniamina della critica musicale italiana"
"no dai, così arrossisco J!"
"mi sono informato su di te, cara Elena, so che sei la resident del circolo Magnolia"
"si da anni e con passione, il mio motto è PRIMA RESIDENT E POI PRESIDENT"
"geniale Elena geniale, ci vediamo li il 4 luglio"
"si Jospeh, ci vediamo li"
"Elena tu hai rivoluzionato la critica musicale, davvero"
"no J davvero, guarda che io sono una persona piccola piccola, sono molto umile"
"quanta modestia, quanta umiltà, è possibile che una ragazza, una giovane donna come te sia così affascinante"
"no dai j...smettila"
"no Elena io te lo devo dire, sei una ragazza davvero speciale e se non amassi davvero tanto mia moglie io ti sposerei"
"ma..ma...ma Joseph!"
"mannò non ce ne bisogno Joseph!"
"un fiooore, un fiooooore! ho chiamato personalmente Garbo & Luca Urbani per complimentarmi della regia,guarda"
"sei gentilissimo, davvero così arrossisco"
"con quel visino toooondo e che bel cappottino"
"hai visto che bello? non vedo l'ora di rivederti J!"
"anche io Elena!"

Vi giuro che è andata esattamente così.
True story.

Rivedere J il 4 Luglio significa cercare di tirare avanti per altri 3 mesi.
Mi sento come fidanzata con un giovane studente in erasmus.
E io le corna di J me le becco anche, con grande dignità e devozione.
Cerchiamo di riempirci il tempo, dai:

Fortuna vuole che ho degli amici molto più aggiornati ed interessanti di me.
Per fortuna che c'è La Belle Epop, per fortuna che c'è Fede che è sempre molto preciso, con un blog preciso, con una grafica pulita e precisa, con tutto al suo posto, con i link al loro posto.
Da lui vengo a sapere che il 15 Maggio, alla Salumeria della Musica, c'è Twin Shadow insieme a -tornato glorioso in patria-musica di cui andare fieri- His Clancyness
Molto poco, tipo andare fuori per Summer Majestic, metterla in ogni cd della macchina, obbligare le persone a metterla in ogni cd della macchina, masticare un filo d'erba mentre la si ascolta.

Di Twin Shadow invece mi ci sono innamorata grazie alla canzone "At my Heels"
Scopro, sempre grazie a Fede, che c'è un video di questa canzone!
Hey, ma che bello questo video di Twin Shadow, che bello!
Ma cosa mi ricorda?


Ma è stato girato da Jamie Harley che guarda caso aveva girato il video della canzone dell'estate di cui parlavamo prima!
Non odiatemi, davvero, è più forte di me, io proprio non ce la faccio a trattenermi:
Summer Majestic regna ancora.

Il 28 Maggio, sempre a Milano per la nuova edizione di Audiovisiva, si esibiranno niente popò di meno che i fluorescenti surrealisti Ariel Pink's Haunted Graffiti.
Si va?
Speriamonon si incattivisca come al Coachella di quest'anno dove sembrava una bambina triste e capricciosa.


Li serviva solo un abbraccio, mica un audio migliore, velo dico io.

Un altro gruppo in cui sono inciampata e che mi piacciono moltissimo sono i Mary in June, scoperto grazie ad un altro aggiornatissimo blog di musica che è The Breakfast Jumpers
Io ho scaricato il loro album QUI e questa è la mia preferita:


Ultimi ma non meno chiaccherati I Cani che quest'anno si esibiranno domenica 12 Giugno al Mi Ami 2011
SEEEEE SEEEEEE SEEEEE!

Una volta avevo letto che le canzoni dei Prodigy favoriscono gli incidenti in macchina, ma per quanto mi riguarda anche quelle de I Cani non scherzano mica.


Ad ognuno le sue cuffie e che la battaglia per il Tormentone 2011 abbia inizio, Let's do tormentone!