martedì 10 aprile 2012

Lo screenshot, questo nuovo modo di dire "Io a te ci tengo"

Da quando dio creò i tasti per fare gli screenshot le relazioni umani cambiarono: è finito il tempo della punteggiatura a casaccio nelle chat di Facebook o su Skype. Se è vero che le relazioni si basano sul duro lavoro e sulla comunicazione, be' allora non prendete sotto gamba la chattata.
La chattata è nota per arrivare nel momento sempre meno opportuno, che sia l'amica che ti chiede di stasera o il puntello imprendibile, ogni parola viene soppesata con una tale importanza che nemmeno sotto giuramento. Prima Skype e Facebook poi, hanno intuito le potenzialità della chattata salvandole inesorabilmente per sempre.
Ed eccole lì: le conversazioni con gli ex salvate in cronologia, le chiaccherate a cuore aperto con gente di cui poi cancelli il contatto e dulcis in fundo le conversazioni con Il Puntello.
Mai chiaro, mai troppo esplicito e sempre di una vaghezza spettacolare, queste sono le conversazioni che passano di copia e incolla alle amiche, esperte studiose del linguaggio maschile.
Perché anche se ti scrivesse usciamo insieme oggi? per una donna non sarà MAI TROPPO CHIARO.
Come donna mi rendo conto che abbiamo i nostri problemi, e non è tanto la quantità dei problemi quanto la gravità di essi. Un piccolo errore, una faccina di troppo e sarete multati come acidi o eccessivamente euforici per sempre. La chat sbagliata è peggio della rucola tra i denti del primo appuntamento.
Così per voi, in questo martedì uggioso, alcuni sketch comici tra me e la mia BFF Francesca, nel pieno della nostra libertà virtuale.

Adoro la mia migliore amica perché ne sa A PACCHI di musica:


Poi è sempre sincera, brutalmente sincera


Non le da fastidio il mio lato maligno, anzi!


Mi guarda dentro, senza giudicare le apparenze:



Ha sempre dei piani dettagliatissimi:


Si ama così com'è:



Ma soprattuto, non ha paura del dolore:


Nella foto:
 Francesca ed io alla giornata mondiale della Liberazione dai Drink a 3 euro

Nessun commento:

Posta un commento