giovedì 7 marzo 2013

I 30 anni di «Blue Monday» dei New Order

Oggi «Blue Monday» dei New Order compie 30 anni di storia passata sul dancefloor e far alzare le braccia a tutto il club. Una hit che a distanza di così tanti anni ci rende ancora tutti più umani e vicini, perché non c'è locale che tenga: quando parte «Blue Monday» ballano tutti. C'è il tamarro dell'hinterland che spinge la mascella fuori, l'amico vestito da ingegnere, massì dai quello lì con la camicia e i calzini abbinati, e la figa di legno con l'atteggiamento da velina. Ma se vi volete leggere una bella review sul vero significato di questo pezzone, allora andate su Rolling Stone che ve lo spiega il Dott. Fabio De Luca. Non siamo qui a parlare di batterie elettroniche: io volevo solo dirvi che per me, il più bel regalo che un pezzo tanto importante può ricevere è quando uno come Pauly D di Jersey Shore, lo cita davanti alle telecamere di MTV. State zitti che è vero. PURTROPPO non c'è il video, ma Pauly D si appropria della musica dei New Order, la fa entrare nella casa di Jersey Shore di nascosto, come fa con le sue prede femminili, e guardando le ragazze della casa ai fornelli, guarda Mike e gli canticchia:

 “The Situation! How does it feel, not to have to cook this Sunday meal?”

Ed è lì che capisci che Pauly D è davvero il DJ migliore del mondo.

"Oh yeaaah!" 

2 commenti: